L'Areale | Delle Venezie

La denominazione di origine controllata delle Venezie rappresenta l’area nord-orientale dell’Italia nei territori amministrativi della Provincia Autonoma di Trento e delle Regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto. Il territorio storicamente presenta una grande diversità di terroir che ha permesso la produzione di vini con peculiarità che nel tempo, dal riconoscimento della IGT delle Venezie, hanno caratterizzato questo territorio per la produzione del Pinot grigio. Le areali dove si coltiva la vite diventano in particolar modo caratterizzanti il vino grazie alla presenza di diverse giaciture: zone collinari in forte pendenza si alternano a quelle pianeggianti e non mancano la protezione a nord della catena delle Alpi e delle Dolomiti mentre a sud il Po e il mare Adriatico assicurano influenze microclimatiche uniche.

I singoli terroir che compongono il territorio del triveneto possono essere considerati come unità elementari interessate alla vitivinicoltura e se una descrizione generale diventa complessa vista l’ampiezza e la diversità dell’areale stesso si può tracciarne una descrizione tramite la suddivisione in macroaree: i territori vitivinicoli, protetti dalla Denominazione di Origine delle Venezie, sono raggruppati secondo un criterio di prossimità e affinità pedo-climatica e in questo modo la macroarea da sempre identificata con i termini “tre Venezie”, “Triveneto” o “delle Venezie” viene rappresentata in una univoca unità di lettura.

La macroarea delle Venezie non è dunque basata su un singolo elemento del terroir, ma su quelli più significativi, primi tra tutti la sua storia e la geologia con il materiale parentale da cui hanno preso origine i caratteri chimici e fisici del suolo. Nella macroarea si trovano così raggruppati i sistemi di terre viticole caratterizzate da elementi comuni e da un comune timbro espressivo della produzione vinicola.